Gita al lago di Annecy

Arrivato nei pressi di Annecy lascio il camper nell'apposita area di parcheggio che dista dalla cittadina una mezz'oretta di cammino. Al nostro arrivo l'area camper è piena ma per fortuna gli occupanti di uno dei camper stanno finendo la colazione e ci indicano di aspettare perché dopo colazione lasceranno il parcheggio. La camminata per raggiungere il centro storico è piacevole: si costeggia il lago percorrendo un sentiero pedonale. Annecy è soprannominata "la Venezia delle Alpi" a causa dei tre fiumi che attraversano la città vecchia. La parte più interessante della cittadina è il centro storico che sorge sulle rive del Thiou, sotto al castello medievale.

Purtroppo c'è un mercatino dell'usato e le strette viuzze sono in parte occupate dalle bancarelle dove sono esposte un gran numero di cianfrusaglie, forse sarebbe meglio dire ciarpame. In ogni caso il centro storico è ben restaurato e la visita è piacevole. Dopo la passeggiata sulle rive del Thiou e nelle vie limitrofe salgo al castello.

Il castello fu costruito su un promontorio roccioso che domina la città. Il nucleo originario dovrebbe risalire al XII secolo ed è stato più volte rimaneggiato. Oggi ospita un museo cittadino ed è molto ben restaurato. Ho trovato molto interessanti le grandi sale del "Vieux Logis". Dalla terrazza si ha una bella veduta dall'alto del centro storico, le sue strade strette e i tetti intrecciati.

Terminata la visita del castello scendo nuovamente verso il Thiou per la visita delle antiche prigioni situate nel "Palais de l'Isle". Si tratta di una antica casaforte edificata per volere del conte di Ginevra nel XII secolo e che fu in seguito più volte modificata e ingrandita. Il palazzo fu collocato nel mezzo del fiume Thiou su una piccola isola. La sua forma evoca l’immagine di una nave ancorata tra le case che con la sua prua divide instancabilmente le acque. Nei secoli fu utilizzato come fortezza, abitazione, zecca, sede del governo, ospizio e sopratutto come prigione.

Dopo la visita della prigione non poteva mancare una visita della cattedrale. Fu costruita nel XVI secolo in stile rinascimentale e non l'ho trovata particolarmente interessante da un punto di vista architettonico. Un'ultima passeggiata nel piccolo centro storico, un momento di riposo nel giardino pubblico in riva al lago ed arriva il momento di tornare al camper per la cena.

Il giorno seguente si parte in direzione di Lovagny per la visita delle gole del Fier.

Le gole di Fier sono una importante curiosità naturale: una gola molto stretta e profonda che può essere visitata percorrendo una passerella realizzata a metà del XIX secolo, lunga circa 300 metri e fissata sulla roccia a 25 metri sopra il torrente. All'uscita della gola ci si ritrova in uno scenario particolarissimo chiamato il mare delle rocce, un vasto karren (forma di carsismo superficiale) composto da un labirinto di rocce nei cui profondi solchi scorre il fiume.

A Lovagny visitiamo anche il castello di Montrottier. La costruzione del castello ebbe inizio nel XIII secolo ed è terminata nel XIX. L'ultimo proprietario privato del castello era un collezionista e riempi l'intero edificio di ogni sorta di oggetti. Oggi il castello è di proprietà di un associazione che lo gestisce organizzando visite accompagnate. All'interno dei vari ambienti si rimane stupiti dall'incredibile quantità di oggetti: collezioni di mobili, ceramiche e porcellane, pizzi e arazzi, armi e armature, oggetti rari provenienti dall'Africa e dall'Estremo Oriente e bassorilievi in bronzo.

Per terminare la giornata sono andato a visitare il castello di Menthon-Saint-Bernard. Costruito su uno sperone roccioso, il castello di Menthon è il risultato di una lunga storia che iniziò alla fine del XII secolo. Nel corso dei secoli il castello fu più volte modificato fino a quando, alla fine del XIX secolo furono eseguiti gli ultimi interventi. In particolare vennero aggiunte alcune torrette e tutto l'insieme venne trasformato per conferirgli il suo attuale aspetto romantico. La visita del castello, ancora abitato dai proprietari, è stata animata da un gruppo di ragazzini in costume che, simulando le attività rinascimentali, hanno raccontato la storia del castello e della famiglia.

Il fine settimana sul lago di Annecy è terminato. Pernottiamo con il camper in un parcheggio nel paese sotto il castello e l'indomani si ritorna a casa.

Alcune fotografie

Qui puoi trovare alcune fotografie del viaggio. Per vedere tutte le fotografie utilizza l'apposito collegamento nel menu centrale.

Annecy
Annecy
Castello di Annecy
Panorama di Annecy
Palais de l'Isle - Annecy
Gole del Fier
Castello di Montrottier
castello di Menthon-Saint-Bernard