I castelli della Loira

Gli amanti della storia e dell’architettura troveranno la Valle della Loira estremamente interessante. Queste terre furono abitate sin dall'età paleolitica, tra il 10.000 e il 4000 avanti Cristo. Con la nascita del feudalesimo crebbe l'importanza dei signori sempre in conflitto fra di loro che utilizzavano i castelli come simbolo della propria potenza. La regione della Loira fu il teatro di combattimenti quasi continui dal XI al XV secolo: prima i combattimenti per la corona britannica ed in seguito lo scontro per il possesso del regno di Francia che sfociò nella guerra dei cent'anni. Fu nella fortezza reale di Chinon che Giovanna d'Arco incontrò il re di Francia e, risvegliando l'orgoglio francese, contribui a cacciare gli inglesi dalla Francia.

I Castelli della Loira furono costruiti a partire dal X secolo come semplici fortificazioni. A partire dall’XI secolo comparvero alcuni castelli con strutture difensive in muratura. Il mastio era l’elemento più importante e si presentava come una costruzione massiccia a pianta quadrangolare che dominava una corte protetta da una cinta esterna di pietra, progressivamente rinforzata da torri. Il castello ebbe funzione difensiva fino al XVI secolo quando i castelli medievali vennero fortemente trasformati in residenze signorili. Durante il rinascimento gli elementi militari vengono abbandonati, ricercando maggiore comodità e gusto estetico: fossati, masti e torrette sono ancora presenti ma assumono ora un ruolo puramente decorativo e i giardini divengono un elemento fondamentale dell’insieme architettonico. 

Questo mio viaggio nella valle della Loira e dintorni è incentrato sulla visita di alcuni dei suoi numerosi castelli:

- castello di Montreuil-Bellay, imponente fortezza medievale, più volte modificata che si erge nel cuore della città; ha un muro di cinta 650 metri e 13 torri di difesa; l'ingresso dell'edificio è fortificato con barbacane e ponte levatoio e fiancheggiato da due massicce torri rotonde;

- abazia di Fontevraud-l'Abbaye che fu uno dei monasteri femminili più importanti della Francia medioevale, tanto che la posizione di badessa di Fontevrault, attrasse nel corso degli anni molte nobili e ricche appartenenti all'alta aristocrazia; nella chiesa si trovano tra l'altro le tombe di Enrico II d'Inghilterra, di sua moglie Eleonora d'Aquitania e del figlio Riccardo Cuor di Leone;

- castello di Brézé, bella costruzione rinascimentale situata tra i vigneti e che ha la particolarità di essere eretta sopra una rete di ambienti trogloditi;

- dolmen di Bagneux, uno dei più grandi dolmen di Francia. La sua regolarità e le sue dimensioni lo rendono uno dei più impressionanti e caratteristici dolmen del periodo neolitico;

- castello di Montsoreau, costruito sulle sponde della Loira; si presenta come una imponente ed austera costruzione;

- fortezza reale di Chinon, dove avvenne l'incontro tra Giovanna d'Arco ed il re di Francia; imponente fortezza medioevale e rinascimentale, cadde progressivamente in rovina; da una decina d'anni il sito è oggetto di un imponente programma di restauri; Molto piacevole la visita del piccolo borgo ai piedi della falesia;

- castello di Ussé, soprannominato "castello della bella addormentata nel bosco" per il suo aspetto fiabesco e perché avrebbe ispirato la favola omonima; il nucleo originario sarebbe stato costruito da un signore vichingo;

- castello di Azay-le-Rideau, considerato uno degli esempi più importanti del primo Rinascimento francese. Situato su un'isola nel mezzo del fiume Indre questo pittoresco castello è diventato uno dei più conosciuti castelli della valle della Loira.

- castello di Langeais, molto ben conservato e poco rimaneggiato, è un bell'esempio di architettura del periodo tardo-medievale; la facciata esterna si presenta come una austera ed imponente fortezza con ponte levatoio, caditoie e cammino di ronda; appare più ingentilito sul lato che si affaccia sul cortile e sul piccolo giardino; in questo castello furono celebrate le nozze tra il re di Francia e Anna di Bretagna;

- castello di Villandry, edificio rinascimentale costruito nel luogo in cui nel XII secolo il re d'Inghilterra riconobbe la sconfitta nei confronti del re di Francia. Il castello è stato oggetto, al secolo scorso, di un importante programma di restauro che gli ha restituito l'aspetto del periodo rinascimentale. I giardini sono stati ricostruiti a partire da documenti antichi e sono un bel esempio di giardini alla francese e i più belli e curati della regione;

- a Amboise si trovano il castello del Clos Lucé, dove Leonardo da Vinci trascorse gli ultimi anni di vita, ed il castello reale;

- castello di Chenonceau, detto castello delle dame in quanto i lavori di costruzione e trasformazione furono per lo più opera di alcune dame che hanno lasciato una profonda impronta femminile sull'architettura del castello; costruito come un ponte che attraversa il fiume Cher; si tratta di uno dei più particolari e caratteristici castelli della Loira;

- castello di Cheverny, particolarmente rinomato soprattutto per la bellezza e l'importanza artistica dei suoi interni magnificamente conservati; questo castello è stato assunto a modello per il castello di Moulinsart, immaginato dall'autore della famosa serie di fumetti "le avventure di Tintin" e in uno degli edifici presenti nel parco è stata allestita una bella mostra su questo personaggio immaginario;

- castello di Chambord, una grande espressione architettonica dello stile rinascimentale; malgrado Chambord non abbia mai avuto vocazione difensiva la pianta del castello si sviluppa attorno al torrione che a sua volta è centrato sullo scalone principale a doppia elica.

Non ho ancora parlato degli interni; generalmente i castelli della Loira sono tutti allestiti con ipotetiche quanto improbabili ambientazioni che, nelle intenzioni dei loro realizzatori, dovrebbero dare un'idea di come apparivano nel periodo che va dal rinascimento fino al XIX secolo. Tuttavia, per tutti questi castelli si sono alternati periodi di splendore e di decadenza; la maggior parte, almeno per certi periodi, sono stati ridotti in rovina. Pertanto è poco probabile che ambientazioni, mobili e suppellettili restituiscano il reale ambiente passato, ma la cura e l'attenzione per i particolari rendono piacevole l'insieme.

Nell'insieme la visita dei castelli della Loira è molto piacevole; l'architettura, i bei giardini e gli allestimenti interni permettono di avere un'idea dei fasti del passato.

Alcune fotografie

Qui puoi trovare alcune fotografie del viaggio. Per vedere tutte le fotografie o il video utilizza l'apposito collegamento nel menu centrale.

Il castello di Montreuil-Bellay
abazia di Fontevraud-l'Abbaye
castello di Brézé
dolmen di bageux
fortezza reale di Chinon
Il castello di Ussé
Il castello di Azay-le-Rideau
Il castello di Langeais
veduta dei giardini di Villandry
Il castello di Chenonceau
Il castello di Cheverny
Il castello di Chambord