Le miniere di Saint-Marcel

Saint-Marcel è un piccolo comune della Valle d'Aosta che, a partire dal fondovalle, si estende fino al vallone di Saint-Marcel. All'ingresso di questo vallone, a circa 1800 metri di altitudine, si trovano le antiche miniere oggi dismesse. I giacimenti di rame erano già sfruttati in epoca romana e furono abbandonati e dimenticati durante il medio evo. Lo sfruttamento ricominciò in epoca industriale, nel XVIII secolo, e continuò fino alla seconda metà degli anni cinquanta del secolo scorso.

Il comune ha intrapreso un ambizioso programma di recupero delle strutture facenti parte del complesso di sfruttamento del giacimento.

Per la visita ho parcheggiato il camper nello spiazzo antistante l'area pic-nic di Les Druges, che si trova a circa 1600 metri di altitudine. Le previsioni del tempo non erano buone, ma avevo comunque deciso di tentare la visita alle miniere durante il fine settimana. Una pioggia abbondante cade quasi ininterrottamente durante tutta la notte. Al mattino smette di piovere, ma su tutta la zona è calata la nebbia. Mi avvio comunque sulla strada poderale sterrata che porta verso le miniere. Il percorso fino alle antiche fonderie è  praticamente pianeggiante. Il minerale estratto dalle miniere veniva lavorato in questo luogo e oggi rimane ancora ben riconoscibile l'alto forno dal quale si otteneva il rame. L'edificio della fonderia viceversa è praticamente distrutto e oggi sussistono solo porzioni della muratura esterna. I grandi accumuli di scorie che si trovano tutto intorno ci ricordano che qui si svolgeva una attività metallurgica. A partire dalle fonderie si percorre il sentiero, piuttosto ripido che porta alle miniere.

Tra le prime vestigia dell'attività estrattiva che si incontrano vi è una delle attrezzature più moderne: la teleferica. Fu messa in uso all'inizio del XX secolo per trasportare più in basso il minerale grezzo. Sono state recuperate le benne mentre i piloni e le stazioni di carico sono stati ristrutturati.

Poco più in alto si trova il villaggio dei minatori. Per la coltivazione della miniera vennero scavate molte gallerie, la maggior parte delle quali si trovano in posizioni difficilmente raggiungibili. Tuttavia, sopra il villaggio dei minatori e nella parte inferiore si trovano gli ingressi di due gallerie che sono state messe in sicurezza e che probabilmente in futuro saranno visitabili.

La visita dell'area è molto interessante, in special modo per chi come me è appassionato di tecnologia e di archeologia industriale. Purtroppo le condizioni meteorologiche peggiorano, la visibilità si riduce e incomincia di nuovo a piovere, per cui non resta altro da fare che tornare al camper. Mi ripropongo comunque di tornare a Saint-Marcel per passare qualche giorno e per visitare con maggior calma l'area delle miniere ed il vallone soprastante.

Alcune fotografie

Qui puoi trovare alcune fotografie del viaggio. Per vedere tutte le fotografie utilizza l'apposito collegamento nel menu centrale.

Miniere di Saint-Marcel
Miniere di Saint-Marcel
Miniere di Saint-Marcel
Miniere di Saint-Marcel
Miniere di Saint-Marcel