Castello di Montmayeur

Dei tantissimi castelli presenti in Valle d'Aosta , quello di Montmayeur è uno dei meno conosciuti. Situato in una località non visibile dal fondo valle, sapendo dove si trova, è possibile vederne il maschio cilindrico  costruito su uno strapiombo roccioso risalendo la vallata di Valgrisenche. Il desiderio di andare a fare una passeggiata al castello di Montmayeur mi è venuta alla fine dell'inverno proprio osservando il torrione dalla strada della Valgrisenche.

Il castello può essere raggiunto dal piccolo villaggio di Grand Aury. La stradina che porta a Grand Aury non è molto larga e si richiede una certa attenzione nella guida. Poco prima di arrivare a Grand Aury si possono intravvedere i ruderi del castello, che è posizionato su uno sperone roccioso poco più in basso del paese. Finalmente arriviamo in questo pittoresco paesino di montagna. Il villaggio, nella parte iniziale è stato interamente ristrutturato e si presenta come un'oasi di pace immersa tra la vegetazione. Nella parte finale del villaggio però rimangono ancora parecchie abitazioni in rovina, di cui una in particolare sembra dover crollare totalmente da un momento all'altro.

Ci incamminiamo nella stradina che attraversa il paese. Il sentiero, che dal paese si dirige verso il castello, è un po mimetizzato tra le case: sembra l'ingresso del cortile di una casa, con l'imbocco sotto un'arcata sovrastata da una costruzione. Osservando bene però, si intravvede il sentiero che attraversa i prati in direzione del bosco.

La passeggiata nel bosco è piacevole e per niente faticosa; il sentiero costeggia un ruscello e si scende lentamente nel piccolo avvallamento che separa Grand Aury dal castello. Dopo circa un quarto d'ora si arriva alla base dello sperone roccioso sul quale si ergono i ruderi del castello di Montmayeur.

Entriamo all'interno del castello dall'antico portone, affiancato da una semi torre mezza crollata. All'interno il castello occupa un'area estesa e un po ovunque si notano i resti dei vari corpi di fabbrica. L'unico elemento ancora quasi intatto è il maschio cilindrico che si trova nella parte più alta del castello, proprio sullo strapiombo. Da notare che le latrine aggettanti si affacciano proprio dal lato dello strapiombo e di fatto sporgono dalla roccia.

Tiriamo fuori i panini e ci ristoriamo. Dopo pranzo ci dedichiamo all'esplorazione del sito, che ho trovato molto interessante. É un vero peccato che un complesso come quello di Montmayeur sia ridotto a rudere; qui vi erano oltre al maschio e al muro di cinta un gran numero di fabbricati che occupavano, come ho detto prima, un'area estesa. Terminata la visita dei ruderi non è rimasto altro da fare che tornare a valle a mangiare un buon gelato, anche perché dalla vallata di Valgrisenche si avvicinavano delle nubi minacciose.


Alcune fotografie

Qui puoi trovare alcune fotografie della gita. Per vedere tutte le fotografie utilizza l'apposito collegamento nel menu centrale.

Castello di Montmayeur
Castello di Montmayeur
Castello di Mont Mayeur, Valle d'Aosta
Torrione di Mont Mayeur
Castello di Mont Mayeur