La strada romantica

Per la mia prima vacanza in Germania ho scelto un classico del turismo tedesco: la strada romantica.

La strada romantica, che attraversa varie località d'interesse storico o paesaggistico, fu creata come attrazione turistica negli anni cinquanta del secolo scorso per attirare i turisti, in particolar modo quelli americani, nella Germania in ricostruzione. Con la "Romantische Straße" si intendeva ridare alla Germania l'immagine di uno stato accogliente attraverso l'affascinante ricchezza della storia, dell'arte e della cultura occidentali: residenze vescovili, città storiche con cinta muraria medievale, cammini di ronda e porte d´accesso e castelli da favola.

Il punto di partenza della strada romantica per chi la raggiunge da sud è la piccola cittadina di Fussen. Nella località chiamata Schwangau si trovano i famosi castelli di Hohenschwangau e Neuschwanstein. A Schwangau c'è moltissima gente e la fila per acquistare il biglietto per la visita dei castelli è piuttosto lunga. Riesco comunque ad acquistare i biglietti e mi reco all'ingresso del castello di Hohenschwangau in attesa dell'orario che mi è stato attribuito per la visita. Nel luogo dove sorge questo castello esisteva un maniero fin dal XII secolo. Nell'ottocento le rovine del castello vennero acquistate dal re di Baviera che lo fece ricostruire in stile neogotico. Oggi è una bella costruzione di colore giallo e all'interno ospita ancora parte dell'arredamento originale.

Al termine della visita scendo nel piccolo villaggio costeggiando il lago e risalgo con il bus navetta sull'altro lato della piccola valle. Lasciato l'autobus mi dirigo verso il "ponte di Maria" dal quale si ha una bella veduta del castello di Neuschwanstein e del panorama circostante. Questo castello fu costruito nella seconda metà dell'ottocento in stile neogotico e corrisponde alla visione idealizzata che il romanticismo trasmetteva del medio evo. Oggi è la maggiore attrazione della regione ed è uno dei monumenti più visitati della Germania. Il castello, di dimensioni smisurate, occupa la cima di uno sperone roccioso. Ovunque si possono notare torri, torrette e pinnacoli. L'effetto scenografico è impressionante: il castello si trova immerso nel bosco, ai piedi della montagna e sul ciglio di una gola vertiginosa, mentre sullo sfondo si vedono vari laghi e la pianura che si estende a vista d'occhio.

Il giorno seguente è stato dedicato alla visita dell'incantevole centro storico di Fussen, dove ho anche potuto acquistare un vestito tradizionale. Ho visitato la chiesa barocca ed il cortile del palazzo comunale, che anticamente facevano parte del complesso monastico. Ho quindi visitato l'antica fortezza che venne trasformata in castello nel XVI secolo dando vita ad uno dei complessi architettonici tardogotici più significativi della Germania, con un pittoresco cortile decorato con affreschi trompe-l’oeil sulle facciate.

Terminata la visita di Fussen si comincia a percorrere la Romantische Straße. La prima località degna di nota è Steingaden. Questa località era nel medio evo sede di un importante monastero. La chiesa abbaziale in stile romanico fu in parte distrutta durante la guerra dei trent'anni e ricostruita in stile barocco. Durante la prima metà del XVIII secolo la navata è stata decorata in stile rococò ed è oggi uno degli esempi più rappresentativi di questo stile in Baviera. Il rococò si distingue per la grande eleganza e la sfarzosità delle forme con ondulazioni ramificate in riccioli. In Baviera, dove questo stile ebbe grande diffusione, si fece ricco e ridondante tanto da creare vere meraviglie caratterizzate da delicatezza, grazia, eleganza e luminosità anche grazie all'uso di colori pastello.

Poco distante, nella località di Wies ed immerso in uno scenario di verdi pascoli e con un bel panorama delle Alpi sullo sfondo, si trova il santuario omonimo. La chiesa, costruita verso la metà del XVIII secolo è considerata un capolavoro dello stile rococò, contraddistinto dalla magnificenza della campata ovale e del coro stretto e profondo che la prolunga. Il fine equilibrio tra decorazione e architettura dà un'impressione di unità e di perfetta armonia.

La strada romantica continua in direzione di Rottenbuch. Purtroppo ci sono dei lavori e la strada è interrotta e sono obbligato a fare una lunga deviazione. A Rottenbuch arrivo il mattino seguente per la visita della chiesa parrocchiale. Anticamente questa località era sede di un importante convento di monaci agostiniani. La chiesa fu in parte ricostruita nel XV secolo e si presenta come una basilica a croce a tre navate con un campanile a sé stante con una copertura molto particolare. L'attuale volto della chiesa, quello che la rende un gioiello del rococò, è dovuto ai lavori realizzati nella prima metà del XVIII secolo. In particolare, oltre agli stucchi, venne realizzato un ciclo di affreschi sulla vita di Sant'Agostino.

Si lascia Rottenbuch e proseguendo lungo la strada romantica si arriva a Schongau, bella cittadina racchiusa da mura con torri e porte d'accesso e parte del cammino di ronda ancora percorribile. Nel centro storico sono presenti molte case antiche con il caratteristico tetto e la chiesa parrocchiale decorata in stile rococò.

Poco distante da Schongau si trova una località chiamata Altenstadt dove si trova una bella basilica che ha una storia interessante. Nell'alto medio evo si trovava qui la vecchia città di Schongau, che era una base militare e un importante centro commerciale sulla strada che collegava la città di Augusta con il nord Italia. Alla fine del XII secolo, i ricchi cittadini della città decisero di edificare una grande chiesa parrocchiale dall'architettura semplice e monumentale. Quando i cittadini si trasferirono nella nuova città di Schongau nel XIII secolo questo insediamento perse importanza, divenne una zona rurale e la chiesa parrocchiale fu destinata ai contadini. Diventato poco importante agli occhi dei facoltosi residenti della nuova Schongau l'edificio non subì grandi trasformazioni. Anche il barocco, che altrove copriva gli edifici sacri con le sue ricche forme di decorazione rimase qui quasi senza influenza. La basilica di Altenstadt ha quasi completamente conservato, anche grazie ad alcuni interventi di recupero, la sua architettura tardo romanica e rappresenta uno dei maggiori monumenti di epoca medievale della Baviera.

Per la notte parcheggio il camper nel comodo parcheggio di Landsberg am Lech che si trova a poche centinaia di metri dal centro storico. Arrivando dal parcheggio, al centro storico ancora quasi interamente circondato dall'antica cinta muraria si accede attraverso la porta di Sandau. Poco oltre si incontra la chiesa di San Giovanni, risalente all'inizio del XVIII secolo, che ha uno straordinario altare in stile rococò. Il centro di Landsberg am Lech è rappresentato dalla grande piazza sulla quale si affacciano, tra l'altro, l'antico municipio decorato con stucchi in stile rococò e la chiesa parrocchiale costituita da una basilica gotica del XV secolo. Dalla piazza si può raggiungere il ponte sul fiume Lech oltre il quale, in prossimità delle dighe, si trova la Mutterturm, costruzione in stile "fiabesco" della fine del XIX secolo. Ritornato sulla piazza centrale oltrepasso la porta cittadina in corrispondenza della Torre dello Strutto e mi dirigo verso la parte alta della città. Qui è possibile percorrere un sentiero che costeggia l'antica cinta muraria con le sue torri. Particolarmente pittoresca è la Torre Bavarese (Bayerntor) risalente al XV secolo. A Landsberg am Lech merita una visita anche la chiesa della Santa Croce, ex collegio dei gesuiti.

Nel pomeriggio, proseguendo lungo la strada romantica arrivo all'area di sosta di Augusta che dista un paio di chilometri dal centro. La mattina seguente, dopo una bella camminata, raggiungo il centro storico. Questa città fu fondata dai romani all'inizio del primo secolo ed è una delle più antiche città della Germania. Augusta è stata la sede di importanti avvenimenti politici fra i quali la Pace di Augusta del 1555 con la quale venne definito lo status religioso della Germania dopo la Riforma protestante. Ad Augusta ho visitato il palazzo Schaezler, una delle più prestigiose residenze nobiliari della città. L'edificio attuale fu costruito in stile rococò per volere di un importante famiglia di banchieri intorno alla metà del XVIII secolo. Vennero curati soprattutto gli interni, dove stupisce in particolare il magnifico salone da ballo decorato con stucchi bianco e oro su fondo verde e rosa, una delle più belle creazioni del rococò ad Augusta.

La passeggiata alla scoperta di Augusta è continuata con la visita dello straordinario complesso architettonico formato dalla basilica cattolica dei Santi Ulrico e Afra e dalla chiesa luterana di Sant’Ulrico. Questo complesso di edifici sacri sottolinea in modo quasi simbolico l’equiparazione delle confessioni, che qui ad Augusta ha una vera e propria tradizione. La basilica, costruita nel XV secolo, rappresenta un imponente esempio di architettura gotica in Germania; al suo interno sono custoditi tre giganteschi altari tardo-rinascimentali ritenuti un capolavoro assoluto della scultura tedesca del periodo. Con la sua particolare facciata la chiesa evangelica di Sant’Ulrico, costruita nel XV secolo, si sviluppa perpendicolarmente alla basilica; di proporzioni più modeste, originariamente era una cappella, poi sala dei sermoni ed infine fu ceduta ai protestanti poco dopo l’affissione delle tesi di Lutero.

Purtroppo il museo romano situato nell'antica basilica di Santa Maddalena è chiuso, se ho capito bene, per problemi di staticità. Mi è dispiaciuto non poterlo vedere perché ho sentito dire che è molto interessante. Un'ultima passeggiata fino al palazzo del comune, ed è tempo di ritornare al camper.

La prossima tappa del viaggio lungo la strada romantica è Donauwörth. Questa località sul Danubbio è una bella cittadina con un accogliente centro storico. La strada principale che congiunge il Rathaus (municipio) con la chiesa parrocchiale è contraddistinta da case borghesi con variopinte facciate in stile svevo-bavarese ed è considerata una delle più belle strade della Germania meridionale. La chiesa é una basilica in stile gotico del XV secolo. All'interno ci sono, in due cappelle una di fronte all'altra, le reliquie di due santi. Si tratta di due scheletri, inseriti all'interno di teche in vetro e adagiati in una posizione simile a quella di qualcuno che sta dormendo. Gli scheletri sono rivestiti di un tessuto semi trasparente tempestato di oro e pietre preziose.

La prossima fermata lungo il percorso è Harburg. L'attrattiva più importante di questo piccolo centro abitato è l'antica fortezza, una delle meglio conservate della Germania.  Il castello attuale è il risultato di varie campagne di costruzione e modifica dell'esistente, ma esisteva qui un castello fin dal XII secolo. Il castello era protetto da alte mura con camminamenti e un sistema di doppia porta. Intorno al cortile si trovano i vari edifici tra cui la residenza nobiliare, la cappella e la torre del XIII secolo.

Verso sera raggiungo il comodo parcheggio per i camper di Nördlingen che si trova di fronte ad una delle porte della città. Nördlingen è situata al centro della pianura del Ries, un enorme cratere formatosi milioni di anni fa dalla caduta di un meteorite. La cittadina conserva un impianto medievale con mura e fortificazioni ben conservate ed è l'unica cittadina tedesca che ha una cinta muraria con un camminamento protetto interamente percorribile. Le varie torri, alcune delle quali in corrispondenza delle entrate sono tutte diverse e molto particolari. Passeggiando per le vie della cittadina si possono vedere molte belle dimore a graticcio dell'antica borghesia. Praticamente in centro all'agglomerato si trova la chiesa luterana di San Giorgio. Si tratta di una basilica a sala (edificio nel quale la navata centrale è alta quanto le navate laterali), in stile gotico la cui costruzione avvenne nel XV secolo. La chiesa è considerata uno dei più notevoli esempi di questo tipo di architettura nella Germania del sud. Il campanile ha una caratteristica unica: in cima alla torre ancora oggi c'è un guardiano 24 ore su 24. È possibile salire in cima al campanile e dall'alto dei suoi 90 metri si vedono tutta la città e i dintorni.

La vacanza in Germania è terminata. Non sono riuscito a percorrere tutta la strada romantica, ma mi sono ripromesso di completare questo piacevole percorso appena possibile.

Alcune fotografie

Qui puoi trovare alcune fotografie del viaggio. Per vedere tutte le fotografie utilizza l'apposito collegamento nel menu centrale.

castello di Hohenschwangau
castello di Hohenschwangau
castello di Neuschwanstein
castello di Neuschwanstein
castello di FUSSEN
chiesa di Steingaden
chiesa del santuario di Wies
chiesa di Rottenbuch
chiesa di Rottenbuch
Schongau
Altenstadt
Landsberg am Lech - Bayerntor
Landsberg am Lech
Landsberg am Lech
Augusta - palazzo Schaezler
Augusta - complesso di Sant'Ulrico
Augusta - municipio
Augusta - fontana di Augusto
Donauwörth
Donauwörth
Harburg - castello
Nördlingen
Nördlingen