La strada romantica - Parte nord

L'anno scorso avevo già visitato i luoghi che si trovano nella parte sud della strada romantica e mi erano talmente piaciuti che ho deciso di percorrere anche la parte più a nord, partendo dalla città di Würzburg.

A Würzburg arrivo in serata; decido di sostare per la notte con il camper nel parcheggio che si trova all'interno dei bastioni della fortezza Marienberg. Dopo cena ne approfitto per fare una passeggiata notturna all'interno del complesso. La passeggiata notturna è piacevole ma solo al mattino seguente, con la luce del giorno, mi rendo conto della reale dimensione della cittadella. La fortezza di Würzburg si trova sulla collina che domina la cittadina ed è circondata da bastioni a forma di stella. La parte più antica si trova sulla sommità della collina. Qui c'è l'antico maschio e la chiesa di forma circolare. Tutto intorno ci sono un gran numero di edifici nei quali si trova anche il museo cittadino. La fortezza medievale fu più volte ingrandita e rimaneggiata fino a quando, nel XVIII secolo, i principi vescovi di Würzburg si fecero costruire un nuovo palazzo sull'altro lato del centro storico.

Terminata la visita della fortezza scendo dalla collina in direzione del vecchio ponte, attraversato il quale si arriva nel centro storico. Il centro di Würzburg è molto piacevole da visitare. La città, quasi interamente distrutta dai bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale, è stata ben recuperata. Molto piacevole anche la visita della cattedrale, che fu costruita in stile romanico nel XI secolo. Fu poi trasformata in stile barocco nel XVII secolo, ma dopo i bombardamenti del 1945 fu ristrutturata in modo da riacquistare un aspetto romanico, dando origine ad un insieme molto particolare in cui sussistono elementi romanici, barocchi e moderni.

Non può mancare una visita alla "Residenz", palazzo che fu la residenza dei principi vescovi nel XVIII secolo. La costruzione è imponente ed è considerata uno dei più importanti esempi di palazzo barocco della Germania. Il complesso comprende anche dei bei giardini all'interno dei quali ho potuto riposare e cercare un po' di frescura.

Terminata la visita di Würzburg mi dirigo verso Rottingen dove avevo intenzione di fermarmi per la notte. Purtroppo l'area camper si trova sulla piazza utilizzata per le manifestazioni ed è inutilizzabile perché si sta preparando una locale festa della birra. Devo accontentarmi di passare la notte in un piazzale sulla strada e al mattino vado a visitare la cittadina di Weikersheim.

A Weikersheim il centro storico è praticamente composto da una grande piazza con degli edifici tutto intorno, la chiesa su un lato ed il castello dall'altro. L'attrattiva più importante del paesino è ovviamente il castello, che fu edificato tra il XVI ed il XVII secolo e rappresenta un raro caso di costruzione in un sobrio stile rinascimentale che non presenta influenze barocche. Il castello è collegato al borgo tramite un ponte ed una coppia di edifici semicircolari che accolgono il visitatore quasi abbracciandolo. Una delle particolarità di questo castello sono i grandi giardini alla francese, considerati tra i più belli della Baviera. La visita del castello termina all'ora di pranzo, per cui uscendo dal castello mi fermo in uno dei ristoranti che si trovano sulla piazza per un pasto tipicamente tedesco: cotoletta impanata e patate fritte.

Dopo pranzo, e dopo una rapida visita della chiesa, riprendo il viaggio lungo la strada romantica. Mi fermo nella cittadina di Creglingen, che secondo me non vale la pena di visitare. Qui rimane solamente un pezzo di muro dell'antico castello, ormai utilizzato come sostegno per alcuni orti. Inoltre, quella che secondo le indicazioni turistiche dovrebbe essere la maggiore attrattiva della cittadina e cioè un altare in legno intagliato, è stato spostato in una chiesa fuori dal centro abitato che non ho capito dove si trovasse. 

Il percorso della strada romantica continua in un territorio che offre un bel paesaggio collinoso. Nel tardo pomeriggio comincia ad apparire la sagoma della città di Rothenburg ob der Tauber, dove mi fermo per la notte.

Rothenburg ob der Tauber è posta su un'altura e ha conservato un impianto medievale, con mura e fortificazioni ben restaurate. Qui si possono trovare un gran numero di case a graticcio, di torri e di stradine strette che fanno di Rothenburg ob der Tauber una delle icone della strada romantica. Per i turisti che percorrono la strada romantica vale la pena passeggiare in questa bella città ed infatti si tratta di una delle città maggiormente visitate ed affollate. Il centro storico è piuttosto esteso e richiede, per essere interamente visitato, almeno una giornata. Qui si può anche visitare un interessante museo dei crimini e delle pene. Il centro storico è interamente circondato da un muro con cammino di ronda coperto e percorribile.

Il giorno dopo vado a visitare il castello di Schillingsfürst. Il primo castello fu costruito nel X secolo, ma venne distrutto e ricostruito più volte. Il castello attuale è una residenza signorile edificata nella seconda metà del XVIII secolo. Non è particolarmente interessante, ma qui è possibile assistere ad uno spettacolo con uccelli ammaestrati, che rappresenta un simpatico intrattenimento.

Altro piccolo villaggio indicato sulla documentazione della strada romantica è Feuchtwangen. Questa cittadina era nel IX secolo sede di un importante monastero, di cui rimangono le tracce nella chiesa gotica e nel chiostro romanico (unica vera particolarità di questo villaggio), entrambi del XIII secolo. Anche Feuchtwangen, purtroppo, non è particolarmente interessante da visitare.

Nel pomeriggio arrivo a Dinkelsbühl, altra pittoresca cittadina la cui cinta muraria medievale, con le sue 16 torri e 4 porte, è rimasta completamente intatta e dove si trovano numerose e ben conservate case a graticcio.  Nel mezzo di Dinkelsbühl si erge la maestosa chiesa di San Giorgio, dalle slanciate linee tardo gotiche e considerata una delle più belle chiese a sala della Germania meridionale. Intorno alla città rimangono anche le tracce dell'antico fossato, in parte trasformato in zone erbose, e che su un lato dell'abitato forma un piccolo laghetto che si trova all'interno di un parco.

Nel Pomeriggio lascio Dinkelsbühl in direzione della piana Ries, per visitare il castello di Baldern, che si trova in uno splendido panorama, in cima ad una collina. L’attuale edificio, in stile barocco, risale al XVIII secolo. Il castello è in parte trasformato in albergo ristorante, ma parte della dimora è visitabile. Abitata dai proprietari fino al secolo scorso, all'interno da più l'impressione di vecchio che di antico. Contiene tuttavia una interessante collezione di armi. All’ultimo piano  si trova una grande sala che viene utilizzata per banchetti. Ho trovato più interessante la vista esterna della visita all'interno.

Il giorno seguente faccio nuovamente rotta verso nord. Per l'ultimo giorno di vacanza in Germania ho infatti deciso di visitare un luogo che è stato per secoli un simbolo della potenza germanica: l'antica sede dell'ordine teutonico che si trova a Bad Mergentheim. In realtà, quando la sede dell'ordine si trasferì a Bad Mergentheim esso era già nella sua fase di decadenza. Tuttavia è interessante notare che questo ordine cavalleresco di monaci guerrieri, fondato durante le crociate e che ha contribuito fortemente a preservare l'Europa da invasioni di popoli che arrivavano dall'Europa dell'est, esiste ancora seppur come semplice ordine religioso. L'antica sede dell'ordine di Bad Mergentheim è stata trasformata in un museo che ripercorre la storia dei cavalieri.


Alcune fotografie

Qui puoi trovare alcune fotografie del viaggio. Per vedere tutte le fotografie utilizza l'apposito collegamento nel menu centrale.

Würzburg
Würzburg
Würzburg
Würzburg
Weikersheim
cotoletta impanata e patate fritte
Rothenburg ob der TauberRothenburg ob der TauberRothenburg ob der Tauber
castello di Schillingsfürst
Feuchtwangen - Chiostro
Dinkelsbühl
Castello di Baldern
Castello di Bad Mergentheim